Dante Alighieri: audiolibri di parte del I Canto dell'Inferno




Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
ché la diritta via era smarrita


Ahi quanto a dir qual era è cosa dura
esta selva selvaggia e aspra e forte
che nel pensier rinova la paura!

Tant’è amara che poco è più morte;
ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai,
dirò de l’altre cose ch’i’ v’ ho scorte.

Io non so ben ridir com’i’ v’intrai,
tant’era pien di sonno a quel punto
che la verace via abbandonai.

Ma poi ch’i’ fui al piè d’un colle giunto,
là dove terminava quella valle
che m’avea di paura il cor compunto,

guardai in alto e vidi le sue spalle
vestite già de’ raggi del pianeta
che mena dritto altrui per ogne calle.






Commenti

I vostri preferiti di oggi

L'oceano e il ragazzo” nella parte IV “Dee in esilio”, di Giuseppe Conte

"Dai il meglio di te", poesia di Madre Teresa di Calcutta

Audiolibri poesie: "I mesi dell'anno" di Ercole Bonjean

"La mia sera" di Giovanni Pascoli

"Compito in classe" di Jacques Prevert

Audiolibri favole: "La leggenda delle lacrime del coccodrillo" di Ercole Bonjean